QB…

Quanto basta per non finire ammollo. Salta!
Quanto basta per non essere schiavo. Liberati!
Quanto basta per non accettare le violenze. Ribellati!

Quanto basta per non farla troppo salata questa zuppa di informazioni che quotidianamente ingoiamo senza avere neanche il dubbio che ci stiamo omologando sul terrore imposto dalla paura

Le mascherine le mettiamo ma il contagio ancora sta lì. Lui, ancora non mascherato ma palese, uccide tutto, anche la nostra capacità di riflessione e la nostra creatività. Non ho mai passato un periodo così fasullo. Non ho mai avuto una così grande difficoltà a poter immaginare il come e il quando ma, solo grazie ad altri esseri insicuri come me, riesco a vedere nel lavoro collettivo una reale svolta a questa oramai normalizzata situazione di incertezza umana ed economica.

La fotografia è stata scattata durante la festa del rifugiato a Camini (Rc) organizzata da Eurocoop Servizi, Proloco con l’alto patrocinio dell’UNHCR e da Intersos. Nella foto valentina, psicologa de Eurocoop Servizi con il figlio Salvatore e il piccolo francesco nel kanga

C’è tanto da immaginare e tanto di più da rifiutare con fermezza. Frugare fra le pieghe e rilevare i problemi ma non fermarsi alla costatazione della loro esistenza ma cercare di dare soluzioni. E’ la medicina giusta per far passare il terrore, l’incertezza e la precarietà.

La fotografia è stata scattata durante la festa del rifugiato a Camini (Rc) organizzata da Eurocoop Servizi, Proloco con l’alto patrocinio dell’UNHCR e da Intersos. Nella foto Glory con la figlia Aminata

L’immaginario collettivo anche in Calabria può essere migliore del reale e con la giusta forza e determinazione si può cambiare. Occupare gli spazi è necessario sopratutto qui. Uno spazio in cui c’è anche solo uno di noi è uno spazio liberato dall’ignoranza, dalla fame e quindi dalla ‘ndrangheta, tumore di questa terra. Uno spazio, quello che vogliamo, libero da chi ha scelto di farsi i cazzi suoi.
Non voglio campare cent’anni!

Le foto di questa galleria rappresentano solo in parte la grande trasformazione in atto. Uomini e donne che ancora non si sono arresi e che nel quotidiano determinano i nuovi percorsi virtuosi di questa terra.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento