Cosenza fashion week 2018. Dietro il tappeto rosso

cosenza-fashionweek-2018-web-evidenza

La fashion week di Cosenza è oramai appuntamento trainante per la moda in Calabria e anche nel 2018 mi sono dedicato alle riprese di back stage.


103-cosenza-fashion-week-2018Le luci sono differenti nel back stage. Un forte odore di mandorla riempie la sala delle armi del castello svevo. In questi luoghi ho sempre ripreso quello che sul tappeto gli altri non possono e non devono vedere. Visi, corpi e creazioni prendono volume. Il tratto a grafite del modello su carta finalmente si fa indossare, prende la forma della modella sotto lo sguardo attento della stilista.


 

Il dietro Cosenza fashionweek 2018 web articolo-101le quinte è affascinante. Posso dedicarmi ad una ripresa libera dagli schemi imposti dalla tecnica e dal marketing. Agisco per come sento di interpretare il qui ed ora affidandomi totalmente alla libertà espressiva di chi entra nel mio mirino. Gli sguardi incrociano l’azione e quando questo accade lascio che sia la luce a incidere il fotogramma. Non ha importanza se è sfocato o sovraesposto. Documentare quello che non si vede sul red carpet. Modelle e talvolta anche stilisti, bloccati prima delle sfilate alle prese con cambi d’abito, oppure in fila, in attesa nervosa prima di entrare in scena sulle passerelle. Durante questi momenti così concitati, fissare espressioni, dettagli e particolari, rappresenta la testimonianza di quello che è un aspetto della moda che, per evidenti motivi, a molti non è dato conoscere.

Evito di contare i passi della modella perché non mi interessano riprendere le modelle con un piede davanti all’altro, appoggiati a terra. Questo è il lavoro dei colleghi che riprendono per intero le modelle, quelli che poi hanno il compito di offrire la sintesi della sfilata.

La cosa più odiata dai fotografi di moda durante le sfilate sono le persone in prima fila che incrociano le gambe ed entrano con i piedi nello spazio della passerella, rovinando l’inquadratura. Al contrario, io adoro Cosenza fashionweek 2018 web articolo-16tutte quelle interferenze nell’inquadratura perché, nel lavoro di back stage, fanno parte di quell’atmosfera che rende palpabile l’odore di mandorle che si respira. I corpi si denudano e si rivestono in pochissimi attimi. I vapori degli avveniristici ferri da stiro incrociano le imprecazioni di chi ha avuto un vestito macchiato dalla disattenzione del precedente utilizzatore.

Mi incuriosisce lo sguardo attonito dell’addetto alla sicurezza davanti a questo esporsi candido delle ragazze che si apprestano a indossare vestiti bellissimi. Mi intriga vedere le espressioni delle modelle con più esperienza verso le più giovani che agiscono sulla loro tensione con esercizi di respirazione tipici di chi affronta una competizione olimpica. Mi piace lo spettacolo e gli scongiuri prima dell’apertura del sipario. Mi piace spiare sotto l’hijab e guardare nelle scatole dei trucchi senza troppo rumore se non quello presente nei miei files.

102-cosenza-fashion-week-2018-omaggio-alle-donne-arabe

[Not a valid template]

Lascia un commento